IN TIME: LA RECENSIONE ★★☆☆☆


in time timberlake 615★★☆☆☆

Avete buttato via il vostro tempo se avete scelto In Time |

in-timeIn un futuro come al solito non troppo lontano, il denaro è stato sostituito dal tempo. Da questo dato di fatto (non giustificato da alcun chiarimento), Andrew Niccol scrive e dirige un film prevedibile e sconclusionato che, a partire da un soggetto decisamente degno di nota e nientemeno che affascinante, segue la logica di troppi film dei nostri giorni: quella del successo commerciale.

Iniziamo, per mettere ordine, dalla caratterizzazione dei personaggi. La relazione tra i due protagonisti è fin da subito descritta in maniera approssimata, banale, intuibile: lui (Justin Timberlake), duro e (volutamente?) inespressivo, non ha tempo per le ragazze; lei (Amanda Seyfried), figlia di papà con manie di libertà, cerca di sfuggire all’asfissiante iper-protezione dei genitori nei suoi confronti. Dietro a loro, perdutamente innamorati, un bravo poliziotto, pardon vigilante, interpretato da un Cillian Murphy con tanto di giubbotto di pelle e sprezzo del pericolo -interessante il suo modo di rischiare-, promette di complicare la vita ai buoni.

Fondendo alla solita love story suggestioni alla Philip K. Dick, Niccol dimostra di aver compreso la lezione di alcuni capisaldi del cinema di fantascienza, in particolare del recente Inception, ma di non essere stato in grado di raggiungerne le reputazioni. Niccol ha intuito che oggigiorno per ottenere risultati validi sono necessarie idee altrettanto valide. E il regista ne aveva. Poi però, devi essere all’altezza delle tue premesse, il che richiede tecnica, capacità visionaria e soprattutto padronanza del mezzo cinematografico. E qui Niccol pecca.

Purtroppo per il regista non basta lavorare sulle luci e le ombre della fotografia del grande Roger Deakins per far passare il film come stilisticamente raffinato, come del resto non basta cercare nell’idea di base una giustificazione per le evidenti iperboli, esagerazioni. Il Nolan di Inception (chiedo scusa per questo insistere su un confronto tutto sommato scorretto) si era a suo tempo appellato ad una necessaria spettacolarizzazione che faceva dell’iperbole visiva una virtù, cosa che al film di Niccol manca. Ma soprattutto, a In time manca il lavoro di un dream team che nel caso di Nolan comprendeva gente del calibro di Hans Zimmer e Wally Pfister. Per non parlare del cast, ben altra cosa rispetto all’apatico Justin Timberlake. In quanto ad inventiva, a Niccol va dato atto di aver inserito qualche elemento interessante. Come sceneggiatore, i limiti sono più marcati e saltano all’occhio (e dire che lo stesso Niccol può vantarsi di aver scritto uno dei più grandi e potenti film di fantascienza, ovvero The Truman Show). A differenza di altri film ben peggiori, gli stessi eroi sono apatici, i loro moventi ridicoli, il loro agire (quello di lui, soprattutto) ingiustificato. Dopo buoni venti minuti di film, in cui comunque si intuiva quale sarebbe stata la deriva ridicola che lo stesso avrebbe preso (d’accordo, l’umanità rimane giovane, ma perché tutte le comparse sembrano top model?), il film non risulta soltanto poco riuscito, ma addirittura insensato (perché il vigilante va e viene dalla base se ha del tempo che può prendere direttamente dalla sua macchina?).

Senza alcuna sensazione che non sia noia, il film affonda in scontri d’auto mal strutturati e in sviluppi ridicoli. Se nel vostro immaginario avrebbe dovuto funzionare, nella realtà i risultati sono ben diversi e dispiace. Voi avete scelto In Time e avete così buttato al vento due ore del vostro prezioso tempo. Nel caso non lo aveste ancora visto e foste tentati di dargli una possibilità, fidatevi: non fatelo.

E a voi è piaciuto il film? Aggiungete un commento!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...