SHREK e vissero per sempre felici e contenti (2010)

ShrekForeverAfter_SpotlightFILM (di M.Mitchell)

SHREK FOREVER AFTER DREAMWORKS

1shrekShrek: la serie più redditizia della DreamWorks con quattro capitoli e uno spin-off. Nel 2001, grazie agli animatori della casa, nasceva la nuova esuberante favola-avventura dell’orco più amato da grandi e piccini, un eroe improbabile al cui seguito aveva altrettanto improbabili amici, creature sorprendentemente folli e originali che citavano i classici della letteratura fiabesca per bambini. Dopo quel sogno digitale e altri due film, arriviamo al quarto e immaginiamo ultimo capitolo della saga.

Shrek, pieno fino all’orlo di nostalgia dei bei vecchi tempi, rivive per incantesimo di Tremotino il passato che amava, ritrovandosi però catapultato in un mondo molto diverso da quello che ricordava, in cui gli orchi sono perseguitati, Fiona guida la rivolta contro le streghe e i due non si sono mai conosciuti. Il quarto episodio è un film che tra gag mal riuscite e personaggi che sembrano scarti delle precedenti produzioni ha tutta l’aria di essere un bel fiore appassito. Oramai la serie ha assunto a pieno titolo i connotati tradizionali di una franchise commerciale, le cui pretese si riducono a soddisfare i più piccoli con sequenze studiate al fine di esaltare la neonata tecnica delle tre dimensioni. Non tutto è da buttare ovviamente, e alcuni personaggi secondari come il pifferaio magico si rivelano azzeccati. Ma dov’è finita la vera forza del film? La trama è fin troppo esile e scontata, mentre il regista Mike Mitchell si serve della formula della ripetizione più volte, riprendendo vecchie battute e situazioni già viste (la palude mai dimenticata, la crisi di coppia e così via) con una durata (93 min.) non all’altezza del finale epico che ci si poteva attendere. Francamente, basti pensare a come gli sceneggiatori siano stati costretti a cominciare da capo la relazione tra l’orco e Fiona (qui in versione amazzone) per capire che le idee erano scadute e scadenti. Ancora una volta a essere felici e contenti sono i buoni del film, non certo gli spettatori. Shrek ci dice “addio” nel peggiore dei modi.

Verdetto: 2/5

Reviewed by I.B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...