SUPERMAN RETURNS (2006)

superman-returns5FILM (di B.Singer)

SUPERMAN RETURNS WARNER BROS.

Superman%20Returns%20Lex%20LuthorAll’ombra del Batman di Nolan, Superman Returns ha clamorosamente riscosso un immediato successo critico piuttosto che l’approvazione del pubblico. Forse perchè il film gioca su un’ironia sottile. Clark Kent, ad esempio: impossibile non riconoscerlo nel costume dell’uomo d’acciaio. Sparisce Superman sparisce Kent: Eppure nessuno sospetta della sua doppia identità. Come si deduce, per Singer è necessario giocare con la fantasia dei fumetti per avvicinarsi al film. Ma oltre a questo tocco satirico e all’effervescente capacità del regista di richiamare le vecchie avventure a fumetti, si tratta di sequenze con voli maestosi e di immagini patinate con colori pastello. I bordi sfumati delle onde marine si fondono nel candido rosa del cielo, mentre la vista X-ray di Superman regala immagini di stilizzata luminosità.
Quando il cattivo (lo splendido Lex Luthor di Kevin Spacey) decide di attuare il piano che avrebbe dovuto cambiare irrimediabilmente la geografia terrestre, sarebbe fin troppo facile storcere il naso a tale assurda esagerazione. Eppure diventa possibile grazie alla confezione nostalgica di Singer, che sposando sentimento e spettacolo, invita lo spettatore a credere nell’impossibile. E persino caricarsi un continente sulle spalle diventa facile per il ragazzo di Krypton. Kal-El è un alieno in tutto e per tutto, che il regista dipinge come una creatura angelica, senza essere di conseguenza costretto a sporcare la cinepresa con sangue o altri espedienti. Esiste su una coscienza etica e morale che possiamo comprendere solo grazie all’allegoria religiosa e che l’umanità può solo rimpiangere di non possedere. Più di Superman, però, è Bryan Singer a riportare all’umanità “la luce che illumina il cammino” (e a proposito di citazioni, particolarmente godibile il richiamo al Jor-Eli di Marlon Brando), seppur cinematograficamente parlando. Hollywood però non sembra aver ancora imparato la lezione di Singer, e un po’ anche per necessità commerciali sarà difficile ammirare ancora film sui supereroi con tali caratteristiche.
Un ritratto godibile, incredibilmente leggero ma soprattutto spettacolare di un eroe in costume. La Terra ha ancora bisogno di Superman, possibilmente quello di Bryan Singer.

Verdetto: 4/5

Reviewed by I.B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...