LA PROFEZIA (pt1)

Oscar 2014: ci siamo (o quasi). Come ogni anno tiene banco l’attesa che separa le nomination di gennaio del Kodak Theatre (spesso fuorvianti: chi ne ha di più, vince meno…vero Spielberg?) dalla fatidica consegna delle statuette che quest’anno, tradizionalmente celebrata al Dolby Theatre, si terrà la notte di domenica 2 marzo. Con un po’ di riflessioni, e dopo il flop della mia scommessa persa lo scorso anno contro il mio (fortunatissimo o bravissimo?) amico MrMettiu, credo di essere arrivato all’elaborazione di una profezia che, storia dell’Academy alla mano, dovrebbe adempiersi. O almeno spero…

oscars-circle

MIGLIOR FILM: 12 ANNI SCHIAVO

Gravity è sicuramente il più innovativo, e in questo senso l’epopea di Steve McQueen non inventa nulla. Ma è la più drammatica e commovente delle storie raccontate in sala quest’anno.

Miglior Regista: Alfonso Cuaron – Gravity

Cinepresa a gravità zero, uso di soggettive e di piano sequenza lirici e spettacolari: nessuno lo può eguagliare stavolta (e BAFTA e Golden Globe lo confermano).

Miglior attore protagonista: Chiwetel Ejiofor – 12 Anni Schiavo

Attore prodigio e incarnazione di uno schiavo per cui è impossibile non patteggiare. Matthew McCounaughy ha dalla sua l’impressionante dimagrimento di Dallas Buyers Club, ma né Bale né Hanks furono ai tempi premiati per le loro (impressionanti) trasformazioni fisiche.

Miglior attrice protagonista: Cate Blanchett – Blue Jasmine

Una performance sfaccettata e incredibile (leggi la mia recensione) per un’attrice che lo meriterebbe anche “solo” per la sua incredibile carriera. Jasmine è il suo ruolo definitivo. La Adams spera..

Miglior attore non protagonista: Jared Leto – Dallas Buyers Club

C’è chi lo vorrebbe “in coppia” con Matthew McCounaghy: per ora una sua vincita è più probabile di quella da potagonista del suo collega. Unica minaccia: Fassbender di 12 Anni schiavo.

Miglior attrice non protagonista: Lupita Nyong’o – 12 Anni schiavo

Lotta. Come al solito per il ruolo di non protagonista la lotta darà esiti imprevedibili. Ma la Nyong’o, per cui lo schiavista di Fassbender nutre un sentimento nel suo cuore di pietra (anche se la stupra), ha dalla sua il ruolo migliore. Occhio a Sally Hawkins…

(continua…)

Non dimenticare di dire la tua!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...